come rendere il corpino di un abito un’opera d’arte

La Sposa Dipinta, per questo modello, ha tratto ispirazione dai magnifici fiori del loto.
Il corpino è infatti dipinto a mano e cucito in modo tale da sottolineare al meglio le linee sinuose del corpo.
Un ampio scollo a V dona respiro e slancio al décolleté.

Ben strutturato sostiene la figura senza comprimerla, ma avvolgendola delicatamente con un materiale sano che regala freschezza e comfort. L’abito poi scende allargandosi con la gonna a campana, due spacchi laterali permettono agevoli movimenti.

L’abito è composto da due strati quello più vicino alla pelle in tela di cotone proveniente dalle lenzuola di un antico corredo.Lo strato superiore è in batista di cotone proveniente da coltivazione biologica.

Sano bello e unico.
Per La Sposa Dipinta è infatti importantissimo far convivere queste tre caratteristiche in un abito da sposa…filosofia che, ovviamente, si applica in tutte le altre creazioni:da quelle per le damigelle a quelle degli abiti per battesimi e comunioni.

Sano perché i tessuti sono sempre di origine vegetale biologica o recuperati da vecchi corredi. I colori utilizzati per i dipinti sono atossici e all’acqua e non vengono mai a diretto contatto con la pelle.

Bello perché l’abito è creato apposta per la sposa quindi doveroso che ne vesta il fisico in maniera perfetta risaltandone le caratteristiche.

Unico perché viene colorato o dipinto a mano seguendo i desideri della sposa o di chi lo indosserà.
In questo caso il corpino è stato dipinto in funzione della decorazione floreale scelta per lo shooting fotografico.

l’abito in laboratorio

filosofia: grazie all’utilizzo di tessuti naturali bio, il corpo della sposa è libero di respirare ed esprimersi.
Gli abiti sono dipinti a mano per dar vita ad un’opera d’arte.
tessuto: batista di cotone, tela di cotone

forma: abito con corpino aderente e gonna a campana

colore: sfumature di rosa e bianco. Colori atossici all’acqua.